ANDREA SCOGNAMILLO TRIO

A. SCOGNAMILLO (chitarre)
M. CANTINI (batteria)
M. ADDABBO (organo e pianoforte)

Era da molti anni che volevo realizzare un progetto tutto mio.
Per molto tempo avevo provato ma senza mai concretizzare...Tante idee lasciate in aria senza un perche'.
Credo nel destino.Fermamente.Molte volte cerchiamo di realizzare progetti forzando troppo la mano...Perseguitati dalla smania di dover apparire per forza e dimostrare tutto a tutti i costi . Prima del 2003 non ci sono riuscito.Nel 2003 invece ,non senza qualche difficolta' le cose sono cambiate. O forse e' cambiato il mio modo di relazionare con gli altri.Fatto sta che Matteo Addabbo gia' lo conoscevo da anni e sempre mi aveva dato disponibilita' per un eventuale progetto. L'idea di rimanere in 3 e' stata una logica conseguenza del fatto che mancava un bassista... Poi una volta visto che la mano sinistra di matteo e' meglio di alcuni bassisti in giro della zona abbiamo deciso di non avvalerci della presenza di contrabbassi bassi e quant'altro. Mancava il batterista. Caso vuole che Massimo Cantini in quel periodo avesse espresso il desiderio di suonare qualcosa di piu' moderno con me....Beh...Tentar non nuoce. Alla fine ci siamo ritrovati a suonare jazz tradizionale con brani dalle sonorita' piu' taglienti. Abbiamo rotto il ghiaccio...ci siamo detti tutto quello che dovevamo dirci in faccia...Cosa che spesso non si fa...Per timidezza o altro. Siamo diventati amici (con matteo lo ero gia') prima che compagni di lavoro o semplici musicisti che si incontrano per suonare o concludere un lavoro. Questo per ME e' stata la cosa piu' importante. Mi ha permesso di aprirmi e sciogliermi. Se prima la persona piu'attaccata al progetto ero io giustamente...Col Tempo lo stesso Massimo ha preso le redini della situazione prendendo a cuore la gestione del trio mostrando passione e interesse vero. Abbiamo provato per un po' di tempo...Non molto a dir la verita'...Quel poco per poter andare in studio di registrazione senza fare la figura dei cialtroni. La seduta di registrazione e' durata 2 giorni....La pre produzione e la post produzione complessivamente 9 mesi. Io sono un tipo lento. Forse sono proprio ritardato di mio :-)) Ma il mio obbiettivo principale non era fare il classico biglietto da visita...
Io volevo raccontare una storia...Volevo che la gente si ritrovasse in mano un libro. Ecco Questo disco non sara' il piu' bello o il piu' originale dei dischi....Non importa...La cosa certa e' che e' stato fatto con il cuore, la sofferenza e le piccole gioie della vita...E con quel pizzico di incoscienza di chi ha voglia di alzare il capo e cambiare le cose che stanno attorno a sè.
Non posso dimenticare di ringraziare tutte le persone che hanno appoggiato questo progetto..E non con belle parole...Ma con i fatti. Ecco io credo nel destino anche per il fatto che questo disco sia nato sotto l'affetto e l'amore di tante persone che lo hanno voluto gratuitamente senza chiedere nulla...Come questo sito.Ci siamo sentiti amati. Mi sono sentito amato. E In fin dei conti questa sarà la cosa che piu' ricorderemo con piacere...La traccia che lasciera'l'esperienza di questo disco su ognuno di noi.

Progetto con Aice Reynolds

Nel 2007 Andrea Scognamillo incontra Alice Reynolds. Inizialmente Alice e' la sua insegnante di inglese ma visti lo scarso impegno del suo allievo, e ricordandosi che quest'ultimo e' anche un simpatico e valente chitarrista, decide di farlo partecipe del suo personale progetto musicale. Nascono cosi' le prime composizioni che Andrea Scognamillo "costruisce" sui testi di Alice e successivamente, coinvolto nel progetto anche Franco Fabbrini, prende vita il trio "The in Between".Nel 2011, dopo un parto travagiato causa impegni e imprevisti dell'ultimo momento, nasce il primo cd del trio dal titolo "Before the fall". In attesa di una pubblicazione definitiva, il trio si esibisce in un repertorio che va dal jazz,al blues, al fingerstyle acustico fino ad arrivare a rivisitazioni di brani pop e composizioni originali sempre in chiave acustica.
"Small Duo"

Progetto con Maria laura Bigliazzi

Maria Laura Bigliazzi - Voce

Andrea Scognamillo - Chitarra

Questo duo collaudato ormai da una lunga collaborazione artistica ha un suo sound raffinato ed originale dalla forte impronta jazz, sia quando affronta alcuni tra i più noti standards, sia nella rilettura personale di alcune delle più belle canzoni del repertorio internazionale pop soul, e blues. Si susseguono brani in inglese, italiano, spagnolo e portoghese, offrendo al pubblico un repertorio quanto mai variegato. Seguendo le orme di Tuck & Patty, Kim & Bill, Ella Fitzgeral &Joe Pass e altri famose formazioni in duo chitarra e voce, il gruppo lascia spazio all'intensità espressiva della voce in continuo gioco con l' accompagnamento della chitarra, e l'instancabile creatività nell'improvvisazione.